Gifradiario 9 – Il Gifradiario ai tempi del coronavirus

Da un’idea di Gifra Firenze Monte alle Croci

Questo è il tempo in cui siamo chiamati a stare, in cui un “no” ad ogni nostro egoismo è un “sì” alla vita: ora più che mai infatti ci è chiesto di mettere da parte i nostri bisogni per aprirci alla cura dell’altro.

Questo è il tempo in cui comprendere l’inestimabile valore della vita, estremamente preziosa nella sua delicata fragilità.

Ora più che mai è possibile riscoprire l’immenso dono delle relazioni, così vitali per ciascuno di noi; infatti siamo stati chiamati ad amarci gli uni gli altri ed è proprio da un’autentica comunione vissuta con chi ci è vicino che scaturisce la vera gioia.

Ecco che ora più che mai è necessario farci forza a vicenda, sostenerci, condividere insieme timori o incertezze, sogni e desideri, per ricordarci che nessuno di noi è mai solo.

Questo è il tempo in cui lasciare spazio all’umanità che ci unisce, ad una fraternità universale che è pronta a lottare contro un nemico invisibile per difendere ogni singola esistenza; proprio per questo è anche il tempo della gratitudine perché c’è chi silenziosamente, nonostante la stanchezza e la fatica, dona tutto il proprio tempo e le proprie forze per poter assicurare un domani a chi, rischiando di perdere la propria vita, non sa se potrà rivedere per un’ultima volta coloro che ama.

Ora più che mai però è tempo di mettere da parte ogni paura ed aprire completamente il cuore alla speranza ed alla preghiera, vero ossigeno dell’anima, è tempo di riconoscersi creatura e di vivere ricordando di essere figli di un Padre che ci ama di un amore infinito, che si prende cura di noi ad ogni nostro respiro, in ogni singolo istante.
Questo è il tempo in cui siamo chiamati ad amare la vita più che mai, nonostante tutto, con la certezza che quando questo momento finirà non saremo solo pronti a ricominciare, ma saremo anche più consapevoli, perché tutto ciò che ci è stato tolto acquisirà così il suo prezioso valore: ci renderemo conto che nella vita “tutto è grazia” e finalmente potremo riabbracciarci e dire “è andato tutto bene”.

17 Marzo 2020
Maria Chiara, Firenze Monte alle Croci

Gifradiario 9 – Il Gifradiario ai tempi del coronavirus
Torna su